Comune di Buriasco

PROVINCIA DI TORINO


Vai direttamente ai contenuti della pagina

Vai direttamente al menù delle sezioni

Ritorna alla versione grafica del sito

Imposta Comunale sugli Immobili (I.C.I.)

 

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNO 2011

 

Istruzioni per il versamento

 

Cos’è e

 

Chi deve pagare

 

L’Imposta Comunale sugli Immobili (I.C.I.) è stata istituita con D.Lgs. n. 504/92.

Presupposto dell’imposta è il possesso di fabbricati (escluse le abitazioni principali di categoria diversa dalla A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze), terreni agricoli e aree fabbricabili a qualsiasi uso destinati ed è dovuta da:

 ·          il proprietario, anche se non residente in Italia

 ·          l’usufruttuario

 ·          il titolare di diritto di uso

 ·          il titolare di diritto di abitazione

 ·          il titolare di diritto di enfiteusi

 ·          il titolare di diritto di superficie

 ·          il locatario per gli immobili concessi in locazione finanziaria.

 

Quando e

 

come pagare

 

L’I.C.I. si paga in due rate:

 ·          L’importo della prima rata deve essere pari al 50% dell’imposta dovuta calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente e deve essere versata entro il 16 giugno 2011;

 ·          L’importo della seconda rata deve essere pari al saldo dell’ICI dovuta per l’intero anno ed è comprensivo dell’eventuale conguaglio sulla prima rata . Detto importo deve essere versato entro il 16 dicembre 2011.

 L’I.C.I. può essere versata anche in un’unica soluzione entro la scadenza della prima rata.

 Il versamento può essere effettuato:

 ·         Utilizzando il bollettino  c/c n. 27869122. intestato a: Comune di Buriasco – servizio Tesoreria ICI.

 ·         Con modello F24

 Il versamento deve essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione è inferiore o uguale a 49 centesimi, o per eccesso se superiore a detto importo.

 Non si fa luogo al versamento se l’imposta complessiva da corrispondere non supera € 5,00.

Come calcolare l’imposta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’imposta si determina applicando alla base imponibile le aliquote approvate dal Comune di BURIASCO. con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5. del 29/03/2011

 Le aliquote vigenti per l’anno 2011 sono:

 ·          5,5 per mille aliquota per abitazione principale (categorie A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze)

 ·          5,5 per mille aliquota ordinaria.

 La base imponibile è costituita:

 ·          Per i fabbricati iscritti al Catasto, il valore catastale si ottiene moltiplicando la rendita catastale, rivalutata del 5%:

 ·          x 100 se si tratta di abitazioni

 ·          x 50 se si tratta di uffici o fabbricati appartenenti al gruppo “D”

 ·          x 34 se si tratta di negozi

 ·          x 140 se si tratta di fabbricati appartenenti al gruppo “B”.

 ·          Per i fabbricati non iscritti al Catasto, si invita il contribuente a provvedere alla relativa regolarizzazione, al fine di non incorrere nelle sanzioni previste dalla Legge.

 ·                     Per le aree fabbricabili, la base imponibile è data dal prezzo commerciale al 1° gennaio 2011, con riguardo anche ai prezzi medi rilevati sul mercato per la vendita

 ·                      Per i terreni agricoli, la base imponibile è data dal reddito dominicale risultante in catasto al 1° gennaio 2011, aumentato del 25% e moltiplicato per 75.

 Il valore, così ottenuto, si moltiplica per le relative aliquote deliberate dal Comune.

 L’imposta deve essere calcolata sulla base dei mesi di possesso durante l’anno; il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è considerato per intero.

 ·          delle aree aventi caratteristiche similari.

Esenzione/ Detrazione per l’abitazione principale

 

 

Con decreto-legge 27 maggio 2008, n.93 convertito in legge 24 luglio 2008, n. 126 è stata introdotta l’esenzione totale per l’abitazione principale e relative pertinenze, l’esenzione non riguarda le abitazioni principali di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9).

 Per l’immobile adibito ad abitazione principale (categorie A/1, A/8 e A/9) il Comune di BURIASCO ha fissato con deliberazione della Giunta Comunale una detrazione dell’imposta per il 2011 nella misura di Euro 103,29

 La detrazione è rapportata in dodicesimi al periodo dell’anno in cui viene effettivamente utilizzato l’immobile come abitazione principale.

Resta altresì inteso che la detrazione spetta solo per l’abitazione principale; qualora l’importo della detrazione è superiore all’imposta dovuta per l’abitazione principale, l’eccedenza può essere detratta dall’imposta dovuta per la pertinenza.

 Quando l’unità immobiliare corrisponde all’abitazione principale di più soggetti, la detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in parti uguali.

 

Dichiarazione ICI

 

 

L’art. 37, c. 53 del D.L. 223/2006, operativo dal 18 Dicembre 2007, ha eliminato l’obbligo di presentazione della dichiarazione ICI. Esistono tuttavia ancora casi in cui si rende obbligatoria la presentazione della dichiarazione ICI.

 Esempi:

Motivazione

 

 

Quando il contribuente vuole fare valere il diritto ad ottenere riduzioni o agevolazioni di imposta (in caso di variazioni alla situazione preesistente)

 

 

Fattispecie

 - fabbricati inagibili o inabitabili;

 - unità immobiliare concessa in uso gratuito o locata con contratto registrato a soggetto che la utilizza come abitazione principale;

 - unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o usufrutto da anziani o disabili che hanno acquisito la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata o data in comodato;

 - unità immobiliare adibita a casa coniugale che, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, non risulta assegnata al soggetto passivo ai fini ICI.

 

Motivazione

 

 

Quando gli elementi rilevanti per il tributo dipendono da atti per i quali non sono applicabili le procedure telematiche (in caso di variazioni alla situazione preesistente)

 

 

 

 

Fattispecie

 - costituzione di altri diritti sugli immobili (locazione finanziaria, concessione di aree demaniali);

 - unità immobiliari che hanno smesso di essere adibite ad abitazione principale o che viceversa sono   state destinate ad abitazione principale nel corso dell’anno di riferimento;

 - immobili gruppo D per i quali il valore dell’ICI si calcola sul valore contabile fino all’attribuzione della rendita catastale;

 - interventi di ristrutturazione;

 - variazione del valore dell’area edificabile.

A chi rivolgersi per ulteriori informazioni

 

 

Per avere informazioni è possibile recarsi presso l’ Ufficio Tributi del Comune dal BURIASCO il mercoledì – dalle ore 10,00 alle ore 13,00 –,telefonare al n. 0121368100, inviare un fax al n. 012156599. o inviare una e-mail all’indirizzo ragioneria@comune.buriasco.to.it

 

 




Ultima modifica pagina: 05/05/11 13:27 - Autore: rr

 


COMUNE DI BURIASCO - Provincia di Torino - Sito istituzionale
Via Dabormida, 2- 10060 Buriasco (TO) - Italy
Tel. (+39)0121368042 (+39)0121368100
Fax (+39)012156599
Codice Fiscale: 85002970011 - Partita IVA: 01992270015
Email: info@comune.buriasco.to.it
Posta elettronica certificata (DPR n.68 del 11/02/05) (esclusivamente PEC con PEC) : protocollo@pec.comune.buriasco.to.it
Web: http://www.comune.buriasco.to.it/
Codice univoco ufficio - IPA: UF54BX

Logo di conformità W3C XHTML 1.0 STRICTLogo di conformità W3C CSSLogo di conformità W3C WAI-A WCAG 1.0Dichiarazione di accessibilità